Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

La Banca nazionale svizzera (BNS) è intenzionata a mantenere invariata la soglia minima di 1,20 franchi per un euro, malgrado il recente deprezzamento della valuta elvetica nei confronti della moneta unica.

Un innalzamento della soglia è molto improbabile, ha detto in un'intervista alla "Aargauer Zeitung" Fritz Zurbrügg, membro della direzione di BNS.

"Abbiamo introdotto la soglia minima con l'intento di frenare il massiccio e rapido apprezzamento del franco. L'obiettivo è stato raggiunto e il pericolo di sviluppi deflazionistici è stato così sventato".

"Il franco, anche con gli attuali tassi di cambio verso l'euro, è comunque ancora sopravvalutato", ha spiegato Zurbrügg. La soglia è "una misura eccezionale" e "qualora fosse necessario siamo pronti in qualsiasi momento ad adottare ulteriori provvedimenti".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS