Banche italiane più solide, dice Moody's

Ci si può fidare di più, dice l'agenzia di rating. KEYSTONE/AP/LUCA BRUNO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 04 dicembre 2019 - 13:05
(Keystone-ATS)

La prospettiva di Moody's sulle banche italiane passa da negativa a stabile. Lo comunica l'agenzia di rating, spiegando che le aspettative per il 2020 sono di un'ulteriore progressiva riduzione dei crediti deteriorati.

Le condizioni di finanziamento delle banche miglioreranno, spiega ancora l'agenzia, e il loro capitale rimarrà stabile. "Prevediamo che i prestiti problematici delle banche italiane scenderanno nel 2020 per il quinto anno consecutivo", afferma Fabio Iannò, dirigente di Moody's, citato in un comunicato.

"Tuttavia, secondo i dati dell'Autorità bancaria europea, il loro rapporto dell'8% rimane più che doppio rispetto a quello della media dell'Unione europea, pari al 3%. Teniamo anche conto delle nostre previsioni per una crescita debole ma positiva del Pil italiano e delle nostre prospettive stabili sul rating del debito sovrano italiano".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo