Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

A Parigi un poliziotto è indagato per stupro e altri tre per violenze volontarie. Immagine simbolica.

KEYSTONE/EPA/CHRISTOPHE PETIT TESSON

(sda-ats)

Un poliziotto è indagato per stupro e altri tre per violenze volontarie, dopo il fermo di un ragazzo a Aulnay-sous-Bois, nella banlieue difficile di Parigi: è quanto annunciato dalla procura locale.

I fatti risalgono a giovedì scorso, quando il ventiduenne fermato per un controllo arriva col volto tumefatto e gravi ferite in commissariato. L'esame medico all'ospedale di Aulnay ha confermato "importanti lesioni" che "corrispondono chiaramente" all'introduzione di un manganello di uno degli agenti nel retto del giovane. Una versione confermata dalle immagini di videosorveglianza della polizia municipale e da diversi testimoni.

A sporgere denuncia per questa aggressione "inaccettabile" è stata la famiglia del ragazzo. Il ministro dell'Interno ha chiesto di fare piena luce sulle accuse di "estrema gravità" e ha promesso "sanzioni" nel caso in cui dovessero essere confermate. Ha poi proposto di ricevere oggi i familiari, ma questi hanno declinato l'invito.

Ieri sera, verso le 21:00, incidenti sono scoppiati nella banlieue di Aulnay, con un'auto bruciata e il tentato incendio di un bus, inducendo il prefetto a rafforzare i controlli nella zona.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS