Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le prospettive per l'economia svizzera sono ancora leggermente peggiorate in dicembre: il barometro del Centro di ricerca congiunturale del Politecnico di Zurigo (KOF) si è attestato a 96,6 punti, 0,7 punti in meno di novembre (indicatore rivisto da 97,9 a 97,3).

Il dato è in linea con le previsioni: gli analisti interrogati dall'agenzia Awp scommettevano su un indice fra 95,2 e 98,0 punti.

Come nel mese precedente, l'arretramento di dicembre è principalmente dovuto alla degradazione della situazione nell'industria di trasformazione, spiega il KOF in un comunicato odierno. Questo significa che lo shock provocato dal rafforzamento del franco non è stato ancora superato. A livello di singoli segmenti, le tendenze sono leggermente positive nel settore del legno, della carta e dell'energia, mentre rimangono fosche nei comparti metallurgia, alimentare e industria specializzata.

Altri influssi negativi sul barometro arrivano dal ramo della costruzione, in particolare per quanto riguarda gli architetti, e dai consumi. Queste tendenze sono però in parte compensate da una buona dinamica relativa alla domanda estera e dalle prospettive più favorevoli nel settore finanziario.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS