Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Dopo una breve fase di debolezza, la situazione è lievemente migliorata in luglio per l'industria svizzera.

Il barometro di UBS delle piccole e medie imprese (PMI) ha registrato un aumento da -1.47 a -0.58 punti. Per le grandi aziende il progresso è stato un po' meno pronunciato, con l'indice che è passato da -1.35 a -0.65 punti.

Il barometro delle PMI ha così raggiunto il livello più elevato dalla revoca del limite minimo di cambio tra euro e franco da parte della Banca nazionale svizzera a metà gennaio, scrive UBS in un comunicato.

Sebbene tutti i sotto-indicatori siano migliorati, hanno contribuito all'aumento del barometro soprattutto le nuove commesse, i portafogli degli ordinativi e il livello della produzione (nel confronto con il mese prima).

Anche per le grandi imprese il barometro è aumentato a luglio, tuttavia non è stato raggiunto il valore più elevato dell'indice dalla rimozione del tasso minimo di cambio registrato a maggio. Per tali aziende i fattori propulsivi del miglioramento poggiano però su basi più ampie, per esempio i migliori ordinativi in entrata rispetto al mese precedente e soprattutto all'anno precedente.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS