Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'Ue si trova in un "momento in cui 'o la va o la spacca'", dove le decisioni che è oggi chiamata a prendere saranno "determinanti" per il suo futuro e per superare la "crisi di credibilità" che l'ha colpita. È il monito del presidente della Commissione Ue José Barroso rivolto durante un seminario all'Aja.

L'Ue, ha ricordato Barroso, "può funzionare solo se tutti gli stati membri rispettano i loro impegni", perché se questi non mettono in pratica i principi concordati "allora ci troviamo di fronte a una crisi di credibilità", che è quella in cui si trova ora l'Europa. Se infatti le "cause immediate" della crisi che ha colpito i paesi europei sono "finanziarie ed economiche", su un "livello più di fondo", invece, per il presidente della Commissione Ue sono "anche il prodotto di una crisi di valori e di non rispetto delle norme".

Per questo le decisioni che i leader Ue sono chiamati a prendere oggi sono cruciali, in quanto "determineranno se l'Europa resterà un'area di stabilità, prosperità e libertà basata sulla solidarietà, la responsabilità e la coesione". Anche se "molto è già stato fatto" in questo senso, ha avvertito Barroso dall'Aja, allo stesso tempo "molto resta da fare e dovrà essere fatto con il dovuto rispetto per i nostri valori, i nostri principi fondamentali e lo stato di diritto".

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS