Navigation

Barroso: adottata proposta su Tobin Tax

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 settembre 2011 - 11:01
(Keystone-ATS)

La Commissione Ue ha adottato ufficialmente oggi la proposta per introdurre un sistema comune di tassazione sulle transazioni finanziarie (Tobin Tax). Lo ha annunciato il presidente dell'esecutivo Ue, José Manuel Barroso, specificando che il sistema, se adottato dal 2014, potrà dare un gettito annuo di 55 miliardi.

Negli ultimi tre anni, ha ricordato Barroso, il settore finanziario europeo ha ricevuto garanzie per 4300 miliardi di euro: "Ora tocca ad esso dare un contributo alla società". Il presidente della Commissione ha quindi sottolineato l'esigenza di approvare le proposte già presentate da Bruxelles sui derivati, i Cds e le remunerazioni dei manager delle banche. Entro la fine dell'anno, ha detto ancora Barroso, arriveranno altre proposte, tra le quali quelle relative alle agenzie di rating e alla responsabilità degli operatori finanziari. "Diventeremo così - ha aggiunto - i primi nel G20 ad aver risposto alle promesse fatte" davanti all'incalzare della crisi.

Le aliquote minime indicate nella proposta della Commissione sono dello 0,01% per le operazioni sui derivati e dello 0,1% sulle operazioni cosiddette 'spot'. Si tratta di livelli minimi di una tassazione già applicata in nove Stati membri, tra i quali la Gran Bretagna e la Francia.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?