Navigation

Barroso, governo rispetti veri principi democrazia

Questo contenuto è stato pubblicato il 18 gennaio 2012 - 18:13
(Keystone-ATS)

Le "preoccupazioni" della Commissione Ue per la svolta costituzionale in Ungheria sono "simili a quelle di Fmi e Bce": non sono solo tecniche ma "politiche", ha detto il suo presidente, José Manuel Barroso, nel dibattito in plenaria a Strasburgo col premier ungherese, Viktor Orban. Al quale ha lanciato "un forte appello perché rispetti i veri principi di democrazia e libertà". Bruxelles "non esiterà a prendere ulteriori misure", in base alle risposte di Budapest alle procedure di infrazione.

"Continueremo a sollecitare il governo ungherese perché agisca in modo responsabile e democratico", ha detto José Manuel Barroso ricordando che risolvere "la questione della banca centrale" è "necessaria" per avviare i negoziati sugli aiuti chiesti da Budapest a Fmi e Ue. Inoltre ha sottolineato che la Ue ha preoccupazioni per "libertà di stampa" e "indipendenza dei giudici" oltre a quelle su indipendenza di banca centrale e autorità della privacy e età pensionamento dei giudici.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?