Tutte le notizie in breve

Barry Callebaut: aumento del fatturato nel primo trimestre (foto d'archivio)

Keystone/STEFFEN SCHMIDT

(sda-ats)

Vendite in progressione per Barry Callebaut nel primo trimestre dell'esercizio 2016/2017: il produttore zurighese di cioccolato ha realizzato un fatturato di 1,9 miliardi di franchi, in crescita del 4,2% rispetto a un anno fa (+3,2% in moneta locale).

In calo dello 0,4% a 492'931 tonnellate invece il volume smerciato, ha comunicato oggi Barry Callebaut. Un'evoluzione che riflette l'abbandono di alcuni contratti poco redditizi nel segmento Global Cocoa (-8,6% in volumi). Malgrado tale misura, il settore ha registrato un aumento dei ricavi del 4,5% (in moneta locale) a 588,5 milioni di franchi.

"Abbiamo avuto un avvio dell'esercizio stabile, con il progetto Cocoa Leadership sulla buona strada, tutte le regioni hanno registrato una crescita solida superiore al mercato", sottolinea il Ceo Antoine de Saint-Affrique, citato in una nota.

In un contesto di mercato mondiale in declino le divisioni del gruppo hanno registrato un'evoluzione differenziata. Il segmento dei clienti industriali ha visto stagnare i suoi volumi (+0,4%) e i suoi fatturati (+0,1% a un miliardo di franchi). I prodotti Gourmet e specialità hanno invece evidenziato un balzo del 14,3% dei volumi e dell'11,8% del giro d'affari (a 294,5 milioni).

In Europa/Medio Oriente e Africa, Barry Callebaut ha messo a segno un aumento del fatturato del 3,3% a 772,7 milioni di franchi. Nella regione Asia/Pacifico le vendite sono salite del 10,2% a 93 milioni. Nelle Americhe il fatturato è rimasto praticamente invariato a 431,7 milioni di franchi.

Per l'esercizio in corso, Antoine de Saint-Affrique si aspetta un'accelerazione nel secondo semestre. "Siamo sulla buona strada per migliorare la redditività nel segmento del cacao", afferma. Il gruppo zurighese conferma gli obiettivi per il 2017/2018.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve