Navigation

Basilea: 2000 persone in strada per i curdi

Manifestazione a Basilea KEYSTONE/GEORGIOS KEFALAS sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2019 - 16:50
(Keystone-ATS)

Circa 2000 persone sono scese in strada oggi pomeriggio nel centro di Basilea per manifestare contro gli atti di guerra compiuti contro i curdi nel nord della Siria.

La dimostrazione era autorizzata, ma politici di destra avevano aspramente criticato l'autorizzazione concessa dalle autorità.

I dimostranti hanno percorso le vie del centro in modo pacifico, ha affermato il portavoce della polizia Toprak Yerguz. Fatta eccezione per l'accensione di alcuni fuochi d'artificio, tutto è rimasto tranquillo, ha aggiunto.

Le critiche erano state mosse in particolare dall'UDC, ma anche dai giovani del PPD. A non piacere era l'autorizzazione per i manifestanti di transitare in prossimità della Fiera d'autunno basilese. L'UDC cantonale chiede ora che siano vietate le dimostrazioni in occasione di grandi eventi.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.