Navigation

Batterio killer: Efsa, sospetti su germogli fieno da Egitto

Questo contenuto è stato pubblicato il 05 luglio 2011 - 13:22
(Keystone-ATS)

Un lotto di germogli di fieno greco (trigonella) importato dall'Egitto nel 2009 è ritenuto il legame "più probabile" tra le intossicazioni di batterio E.coli che sono state registrate in Francia e Germania. Lo ha annunciato oggi l'Efsa, l'agenzia europea della sicurezza alimentare.

L'Efsa ha chiesto alla Commissione Ue di "prendere tutti i provvedimenti necessari per evitare una nuova contaminazione". Bruxelles potrebbe decidere già oggi il ritiro dei germogli provenienti da questo lotto.

La Commissione Ue chiede agli Stati membri di ritirare "tutti i lotti" di germogli di fieno greco "legati al lotto" sospettato di essere il legame "più probabile" tra le contaminazioni di batterio E.coli registrate in Germania e Francia. Lo ha annunciato il portavoce del commissario Ue alla salute, precisando che il provvedimento sarà ufficializzato nel pomeriggio.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?