Navigation

Bce: Lagarde, crescita debole ma segni stabilizzazione

La presidente della Banca centrale europea Christine Lagarde KEYSTONE/AP/FRANCISCO SECO sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 12 dicembre 2019 - 15:00
(Keystone-ATS)

Le pressioni inflazionistiche continuano ad essere deboli e così anche le dinamiche della crescita, anche se ci sono segnali di "una stabilizzazione del rallentamento della crescita". Lo ha detto la presidente della Bce Christine Lagarde.

La Bce ha "leggermente rivisto" al ribasso le stime di crescita per il 2020, a 1,1%. Le stime sono ora di una crescita dell'1,2% quest'anno, dell'1,1% il prossimo, e dell'1,4% nel 2021 e 2022, ha precisato Lagarde.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.