Tutte le notizie in breve

La Banca centrale europea (Bce) ha rivisto al rialzo le stime di crescita per l'Eurozona, portandole all'1,9% per quest'anno, all'1,8% il prossimo e all'1,7% nel 2019.

I dati più recenti continuano a indicare una "crescita solida e ben diffusa" nell'Eurozona, ha detto il presidente della Bce, Mario Draghi, nella conferenza stampa dopo il consiglio direttivo svoltosi a Tallinn.

L'istituto di Francoforte rivede al ribasso le stime d'inflazione dell'Eurozona, portandole a 1,5% per quest'anno, a 1,3% il prossimo e a 1,6% per il 2019. Le precedenti previsioni stimavano il rincaro rispettivamente all'1,7%, all'1,6% e all'1,7%.

Il quantitative easing della Bce procederà al ritmo di 60 miliardi "fino alla fine di dicembre o oltre se necessario", ha ribadito Draghi.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve