Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Se Atene non rispetterà le condizioni stabilite dai programmi di salvataggio, la Bce dovrà cancellare le condizioni speciali concesse alle banche greche per il deposito di titoli sovrani ellenici come garanzia per i prestiti. "Anche se tutti sono consapevoli che un tale passo avrebbe conseguenze pesanti per il sistema finanziario greco". Lo ha detto il presidente di Bundesbank, Jens Weidmann, intervistato dal settimanale Boersen Zeitung.

"Sono inoltre dell'opinione che si debbano usare misure rigide anche nella concessione dei crediti dell'Ela" (Emergency Liquidity Assistance), ha aggiunto Weidmann. Se poi ciò avrà conseguenze sulla stabilità finanziaria, sarà la politica a dover agire. "Se e come tenere in vita gli istituti, o lasciarli fallire, sono decisioni che spettano ai governi o ai parlamenti", ha considerato il presidente di Bundesbank nell'intervista.

Intanto secondo il giornale Welt, National Bank, una delle tre maggiori banche greche, avrebbe chiesto alla banca centrale greca una linea di liquidità d'emergenza aggiuntiva di oltre 10 miliardi di euro.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS