Navigation

BE: colate detritiche rischio per vallate alpine, caso Grimel

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 maggio 2013 - 14:51
(Keystone-ATS)

"Non possiamo escludere al momento che a causa dei mutamenti climatici intere vallate dell'Oberland bernese non siano più abitabili" in un prossimo futuro: lo ha dichiarato oggi in una conferenza stampa a Innertkirchen (BE), presso Meiringen, la consigliera di stato bernese Barbara Egger, commentando un nuovo studio sui pericoli che incombono sulla strada del Grimsel.

Lo studio commissionato dal Cantone mostra che questa strada è minacciata da colate detritiche torrentizie in sei altri punti oltre a quelli già noti. Questi settori dovranno ora essere posti sotto osservazione.

Negli ultimi quattro anni sono già scese grosse colate di fango e pietre nelle zone di Rotlaui e Spreitgraben, nei pressi del villaggio di Guttannen, facendo affluire una gran quantità di detriti nel fiume Aare, il cui letto si è in alcuni punti spostato di oltre 20 metri. Minacciate da queste colate sono la strada cantonale verso il passo del Grimsel e diversi edifici. Gli abitanti di una casa a rischio hanno già dovuto abbandonarla. Nel comune di Guttannen si discute se altri edifici debbano essere abbattuti o se si possa ricorrere a dighe di protezione.

Cause di queste colate detritiche sono i mutamenti climatici. I ghiacciai si ritirano sempre di più nelle vallate superiori dell'Oberland mentre il permafrost si scioglie a causa del riscaldamento ambientale. Questo strato di terreno solitamente gelato viene così reso instabile e franoso e diventa un pericolo in caso di forti piogge.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo