Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nell'ambito delle indagini sulla morte della giovane donna investita l'estate scorsa da un motoscafo nel lago di Bienne, gli inquirenti si sono rivolti anche al Dipartimento federale della difesa per sapere se esistessero foto satellitari del tragico incidente.

Purtroppo la richiesta ha avuto esito negativo, ha detto all'ATS Martin Bühler, portavoce del Dipartimento federale della difesa, della protezione della popolazione e dello sport (DDPS), confermando una notizia in tal senso pubblicata oggi dal quotidiano "Bieler Tagblatt".

Teoricamente potevano esserci foto aeree di quel momento, riprese da satelliti o dal centro di geoinformazione della Confederazione (swisstopo). Ma l'incidente è avvenuto di domenica e l'eventualità di trovare una ripresa del genere era comunque particolarmente esigua, ha aggiunto.

La sera dell'11 luglio del 2010, un motoscafo ha travolto una donna di 24 anni, che con un compagno si trovava a bordo di un canotto pneumatico poco lontano dall'isola di St. Pierre. Dopo l'incidente il conducente del motoscafo, verosimilmente in compagnia di altre persone, ha continuato la rotta in direzione di Bienne senza prestare soccorso, mentre la giovane, con le gambe spappolate dall'elica del natante, moriva in seguito ad un'emorragia.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS