Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Tra le 1'500 e le 2'000 persone hanno manifestato oggi davanti al Gran Consiglio di Berna contro i tagli previsti nel settore dei portatori di handicap. I parlamentari che si recavano al Rathaus per l'inizio della sessione di novembre sono stati accolti con slogan e cartelloni che esprimevano la collera di fronte alle misure di risparmio decise dal governo cantonale in seguito al deficit di gestione di 170 milioni franchi e un ulteriore indebitamento di 140 milioni che si profilano all'orizzonte.

Durante la sessione, il Gran Consiglio deve discutere del nuovo pacchetto di provvedimenti per frenare le spese denominato "EOS". Se fosse approvato, ciò comporterebbe una diminuzione delle prestazioni, un calo della qualità e una soppressione di posti nel settore dei disabili.

Portatori di handicap, assistenti e famigliari hanno quindi accolto l'invito di due associazioni e manifestato, affinché i parlamentari rinuncino alla brusca frenata delle spese (16-29 milioni di franchi all'anno) in questo settore.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS