Navigation

BE: neonata abbandonata; oltre a madre anche uomo in detenzione

Per il momento la polizia non fornisce informazioni su che tipo di relazione vi sia tra l'uomo posto in detenzione e la madre della neonata abbandonata KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 gennaio 2020 - 11:53
(Keystone-ATS)

Oltre alla madre della neonata trovata abbandonata il 4 gennaio in un deposito per la manutenzione a Därstetten (BE), la giustizia bernese ha posto in detenzione preventiva anche un uomo appartenente al suo entourage immediato.

Tale decisione è stata presa per evitare pericoli di collusione e di occultamento delle prove, spiega il Ministero pubblico dell'Oberland in una nota odierna. Si tratta ora di chiarire l'esatto ruolo avuto da entrambi nella vicenda.

La polizia non fornisce informazioni su che tipo di relazione vi sia tra l'uomo posto in detenzione e la madre della neonata abbandonata avvolta in una coperta in una scatola di cartone. La bimba era stata ricoverata in ospedale in gravi condizioni a causa del freddo cui era stata esposta.

Ieri, un portavoce della polizia cantonale bernese aveva indicato che lo stato di salute della piccola "almeno non è peggiorato". Esperti hanno precisato che in caso di persone trovate in ipotermia occorre sempre un certo tempo prima di poter fare prognosi serie sull'evoluzione dello stato di salute. Ciò vale soprattutto per i neonati.

Già la scorsa domenica, giorno successivo al ritrovamento della neonata, la procura regionale dell'Oberland bernese aveva annunciato di aver aperto un'inchiesta sull'accaduto. La madre della neonata è della regione e ha detto di aver dato alla luce la bimba senza l'aiuto di altre persone non lontano dal luogo del ritrovamento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.