Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Parte della droga sequestrata dalla polizia bernese.

Polizia cantonale Berna

(sda-ats)

La polizia bernese ha smantellato un traffico di droga organizzato da tre giovani donne che nel 2015 e nel 2016 hanno introdotto in Svizzera 25 chili di anfetamine, 4,5 di marijuana e 1200 pasticche di ecstasy (MDMA) con un guadagno di 50'000 franchi.

Lo riferisce un comunicato odierno della polizia cantonale, in cui si precisa che le anfetamine venivano acquistate in Olanda e Germania.

Dopo mesi di indagini condotte dalla procura della regione amministrativa di Berna Mittelland, la polizia, con un intervento mirato, lo scorso dicembre ha fermato nella località di Jassbach una 27enne che in auto trasportava circa un chilogrammo di anfetamine.

Dopo altri accertamenti sono state compiute due perquisizioni domiciliari a Röthenbach, nell'Emmental, che hanno permesso di trovare altri cinque chili di anfetamine, 350 pillole di MDMA e diverse migliaia di franchi in contanti. In quell'occasione è stata arrestata una 24enne.

Infine, sempre in dicembre, durante una perquisizione domiciliare a Kehrsatz, nei pressi di Berna, è stata fermata un'altra 27enne.

Tutte e tre sono ree confesse "per gran parte" dei fatti e nel frattempo sono state rilasciate dalla detenzione preventiva, precisa la nota odierna. Le due 27enni hanno spacciato essenzialmente nella regione di Thun e nell'Emmental. Il trio dovrà comparire in giustizia per violazione alla legge sugli stupefacenti.

SDA-ATS