Navigation

BE: TF conferma otto anni di carcere per omicidio Wohlensee

Questo contenuto è stato pubblicato il 19 agosto 2011 - 12:18
(Keystone-ATS)

Dovrà scontare gli otto anni di carcere inflittigli in prima istanza l'uomo - un cittadino turco - che nell'aprile 2008 ha ucciso un rivale in amore a coltellate ai bordi del Wohlensee, un lago formato da una diga sull'Aare nei pressi di Berna. Lo ha stabilito il Tribunale federale (TF) confermando una sentenza del 2009 del tribunale distrettuale di Berna-Laupen.

I fatti risalgono al 24 aprile 2008: la vittima, un 36enne turco che lavorava nel ristorante gestito dall'omicida, ha incontrato quest'ultimo nei pressi del ponte che porta a Hinterkappelen per una discussione "a quattr'occhi". Gli ha confessato di essere innamorato della di lui moglie, pure presente. Immediatamente il marito lo ha colpito con una coltellata al torace provocandogli una ferita mortale.

In prima istanza la difesa aveva chiesto una pena da uno a tre anni per omicidio passionale. La corte aveva invece stabilito, pur ammettendo uno stato di eccitazione emotiva, che l'imputato ha agito con l'intenzione di uccidere. Non hanno giocato a suo favore la scelta di un luogo piuttosto appartato per un semplice colloquio chiarificatore. Inoltre, i medici legali avevano rilevato "una grande violenza" nella coltellata vibrata e nessun segno di difesa da parte della vittima. Nel fissare la pena, il tribunale distrettuale bernese aveva tuttavia tenuto conto del fatto che l'omicida ha chiamato personalmente la polizia e che ha tentato di fermare l'emorragia.

Il TF ha respinto il ricorso presentato dall'uomo: secondo i giudici di Losanna non vi sono dubbi che l'aggressore ha mirato volontariamente alla parte alta del petto della vittima, con il chiaro "rischio" di uccidere. Non può quindi essere presa in considerazione l'ipotesi dell'omicidio colposo e neppure quella della legittima difesa, in quanto il 36enne era disarmato.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?