Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Nel 2015 le strutture di Bed and Breakfast Switzerland hanno fatto registrare un calo dei pernottamenti pari al 6,6%. Considerando la diminuzione dei membri dell'organizzazione, il dato è però positivo.

Rispetto al 2014 le strutture sono infatti passate da 1022 a 911, si legge in un comunicato odierno. Calcolando questo dato, i pernottamenti sono in realtà aumentati dell'1,4%. In cifre assolute, i pernottamenti sono stati 396'423.

A diminuire sono stati gli ospiti provenienti dall'Europa (-7,2%). In particolare tedeschi (-10%) e olandesi (-18%) hanno rinunciato ad un soggiorno in Svizzera. Enorme il calo dei russi, con un -43,9%.

Non tutti gli europei hanno però voltato le spalle alla Confederazione: gli austriaci sono ad esempio aumentati del 10,8%, e gli italiani del 2%. Dall'Oceania si registra un incremento del 22%, e dall'Asia del 20,7%.

Positivo poi il dato riguardante gli ospiti indigeni, con una crescita del 5,8%. Gli svizzeri hanno rappresentato il 51,5% degli ospiti dei Bed and Breakfast, seguiti da europei (37,8%) e asiatici (5,6%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS