Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Misure di sicurezza eccezionali oggi al palazzo di giustizia di Bruxelles per la presenza, davanti ai giudici, di Marc Dutroux, il 'mostrò di Marcinelle condannato all'ergastolo nel 2004 per il rapimento di numerose adolescenti e l'assassinio di alcune di esse nel corso degli anni '90.

Dutroux ha chiesto di poter usufruire della libertà condizionata indossando un braccialetto elettronico e per questo alle 14 comparirà davanti al Tribunale per l'applicazione della pena (Tap).

Le possibilità che i giudici accettino la sua richiesta sono praticamente inesistenti, ma il semplice fatto che il detenuto 'più odiato dai belgì, come lo definiscono i media locali, abbia chiesto di accedere all'istituto della libertà condizionata ha suscitato un'ondata di indignazione nel Paese.

Specie dopo che lo scorso agosto ad ottenere questo trattamento dal Tap è stata Michelle Martin, l'ex moglie e complice di Dutroux già condannata a 30 anni, che nonostante i ricorsi e le proteste dei familiari delle vittime è stata autorizzata ad uscita dal carcere per ritirarsi in un convento di suore Clarisse.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS