Navigation

Belgio: protesta passeggeri Ryanair per cambio aeroporto

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2010 - 10:47
(Keystone-ATS)

BRUXELLES - Oltre un centinaio di passeggeri si sono rifiutati per alcune ore di scendere da un aereo della compagnia Ryanair atterrato a Liegi, in Belgio, invece che a Beauvais, a nord di Parigi, come previsto, dove l'aeroporto era chiuso. Lo si è appreso questa mattina dalla polizia e dai vigili.
I passeggeri del volo, in gran parte turisti francesi che rientravano da vacanze in Marocco, sono rimasti per quattro ore nell'aereo, rimasto al buio e senza equipaggio, per chiedere di essere riportati in Francia.
Solo verso le 3:30 della notte hanno acconsentito a scendere dall'apparecchio. "Il negoziato è stato difficile e non eravamo affatto sicuri che sarebbero scesi", ha detto un vigile del fuoco secondo il quale le autorità dell'aeroporto cercavano di organizzare una navetta verso Beauvais.
Le autorità avevano anche proposto ai passeggeri di attendere nella sala di transito, ma l'ipotesi è stata respinta per esercitare una pressione sulla compagnia aerea. I passeggeri hanno spiegato all'Afp di aver lasciato Fes, in Marocco con tre ore di ritardo e di essere arrivati a Liegi, alle 23:30.
Secondo le loro testimonianze, durante la protesta l'equipaggio è sceso, i piloti hanno lasciato la cabina aperta, non c'erano bevande e le toilette erano chiuse. Non è stato possibile contattare nessun rappresentante della Ryanair per un commento.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?