Navigation

Berlusconi: Fini vale 1,5%, non ha interesse a votare

Questo contenuto è stato pubblicato il 03 agosto 2010 - 07:32
(Keystone-ATS)

ROMA - "Fini non ha interesse a votare, vale l'1,5%". Così Silvio Berlusconi, secondo quanto riferito da chi era presente, nel corso del saluto ai senatori del Pdl a Roma.
Il premier ha poi affermato di "non aver fatto telefonate per la campagna acquisti ma al contrario di essere stato contattato". In particolare Berlusconi avrebbe affermato di essere stato "contattato da 5 finiani".
Il presidente del Consiglio italiano ha poi sottolineato che "l'architettura dello Stato non ci lascia tranquilli" e per questo ha auspicato "riforme istituzionali" perché - ha spiegato -" non voglio rimanere imprigionato".
Quanto al partito, Berlusconi ha invitato ad un nuovo slancio sottolineando: "dobbiamo rinnovarci non in base ai comuni o alle province ma sulla base delle sezioni elettorali". Infine, il premier ha attaccato l'opposizione rimarcando l'attività del governo sul piano economico "che è da l'esempio a tutta l'Europa".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.