Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Circa 350 curdi e loro simpatizzanti sono scesi oggi in piazza a Berna per manifestare la loro opposizione all'offensiva militare turca nei territori in cui vive l'etnia.

La manifestazione, non autorizzata, fatto salvo l'imbrattamento con spray di alcune facciate del centro cittadino, si è svolta senza incidenti, riferiscono le forze dell'ordine in un comunicato. Granatieri della polizia si sono disposti a protezione di Palazzo federale.

Alcuni dimostranti muniti di megafono hanno più volte scandito il termine di "massacro" per caratterizzare l'intervento dell'esercito di Ankara. Su manifesti, il presidente turco Recep Tayyip Erdogan è stato paragonato a Hitler. Alcuni manifestanti erano mascherati.

La dimostrazione è stata promossa dalla "Gioventù rivoluzionaria di Berna", che già in gennaio aveva invitato a manifestare in merito alla situazione dei curdi. Allora i dimostranti erano stati circa 200.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS