Navigation

Bettwil (AG): niente centro richiedenti asilo, serve licenza

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 gennaio 2012 - 12:06
(Keystone-ATS)

La Confederazione non può realizzare il controverso centro per richiedenti l'asilo in un accantonamento militare di Bettwil (AG). Una perizia commissionata dal canton Argovia arriva infatti alla conclusione che è necessaria una licenza edilizia.

L'apertura del centro provvisorio - che avrebbe dovuto accogliere fino a 100 richiedenti l'asilo - era prevista per l'inizio di quest'anno. L'annuncio, fatto in novembre dall'Ufficio federale della migrazione (UFM), aveva sollevato accese proteste nel comune di 560 abitanti.

L'UFM riteneva che per l'apertura di un centro che sarebbe rimasto in funzione per un periodo di sei mesi al massimo, in una struttura che già appartiene alla Confederazione, non è necessaria una licenza edilizia.

La perizia realizzata dal servizio giuridico del canton Argovia arriva invece alla conclusione opposta: il progetto dell'UFM prevede un aumento della capienza della struttura e Berna è perciò tenuta a chiedere una licenza edilizia.

Le condizioni per il rilascio del permesso di costruzione non sono riunite, precisa inoltre la perizia. Il governo cantonale, che inizialmente aveva approvato il progetto dell'UFM, ha fatto oggi sapere di condividere questa conclusione.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?