Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Greenpeace chiede di poter visionare un rapporto sulla sicurezza del reattore I della centrale nucleare di Beznau, nel comune di Döttingen (AG). Il reattore è fermo da un anno a causa di "irregolarità" scoperte nel materiale della struttura primaria di contenimento.

Con i suoi 46 anni di attività, Beznau I è il più vecchio reattore commerciale ancora in funzione al mondo, ricorda oggi l'organizzazione ambientalista in una nota. Il gruppo energetico Axpo, proprietario della centrale, prevede che il reattore potrà essere riattivato non prima del prossimo mese di luglio.

Stando alla nota, l'organizzazione ambientalista aveva già chiesto nel febbraio 2015 all'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN) di poter consultare il rapporto di Axpo sulla sicurezza di Beznau I.

Lo scorso mese di agosto, l'IFSN aveva consegnato soltanto 50 pagine, mentre altre 950 pagine del rapporto sono state completamente annerite. Greenpeace - si legge ancora nella nota - si è quindi rivolta all'incaricato federale della protezione dei dati e della trasparenza (IFPDT), che in dicembre ha ordinato all'IFSN di rendere accessibili anche le pagine annerite.

Secondo "Mister dati", gli unici passaggi degni di protezione sono quelli che riguardano "segreti di fabbricazione". Greenpeace ha ora inoltrato un ricorso al Tribunale federale amministrativo per opporsi ad una decisione dell'IFSN, che in febbraio ha proibito la pubblicazione completa del rapporto.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS