Navigation

Bielorussia: pure l'oppositore Latushko lascia il Paese

Un altro leader dell'opposizione è stato costretto a lasciare la Bielorussia: Pavel Latushko, membro del Consiglio di coordinamento dell'Opposizione ed ex ministro della Cultura. KEYSTONE/AP/Sergei Grits sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 07 settembre 2020 - 17:21
(Keystone-ATS)

Un altro leader dell'opposizione è stato costretto a lasciare la Bielorussia. Pavel Latushko, membro del Consiglio di coordinamento dell'Opposizione ed ex ministro della Cultura ha detto di essere andato all'estero a causa delle pressioni ricevute dai servizi segreti.

"Mi è stato dato un ultimatum: o rimanevo nel Paese e veniva aperto un procedimento penale contro di me o lasciavo la Bielorussia", ha spiegato il dissidente.

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.