Navigation

Bienne (BE): niente più prediche per Abu Ramadan

Niente più prediche per Abu Ramadan alla moschea Ar'Rahman di Bienne (nella foto). KEYSTONE/PETER KLAUNZER sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 06 febbraio 2020 - 18:29
(Keystone-ATS)

Il controverso predicatore Abu Ramadan della moschea Ar'Rahman di Bienne (BE) non terrà più alcuna predica. L'associazione di sostegno gli ha chiesto di astenersi e lui si è detto d'accordo, ha spiegato oggi all'agenzia Keystone-ATS il presidente Ahmed Benzerrouk.

Il medico in pensione ha confermato in questo modo notizie rilasciate dalle testate online di Tamedia. Benzerrouk ha anche affermato che la moschea ha intenzione di aprirsi maggiormente, permettendo ad esempio la visita di persone esterne.

La magistratura bernese sta indagando su Abu Ramadan per presunta truffa all'assistenza sociale. È stato il comune in cui risiede, Nidau, a sporgere denuncia nei confronti del 66enne alla fine del 2018.

Secondo indiscrezioni dei media, l'ex agronomo avrebbe percepito oltre 590'000 franchi di aiuti tra il 2003 e il 2017 nascondendo ai servizi sociali entrate in denaro che avrebbero potuto portare a una diminuzione delle prestazioni.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.