Navigation

Bienne: ricostruita vicenda dello "sparatore folle"

Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2010 - 19:26
(Keystone-ATS)

BIENNE - La polizia cantonale bernese ha ricostruito oggi pomeriggio a Bienne gli avvenimenti della vicenda dello "sparatore folle", che ha tenuto la Svizzera col fiato sospeso lo scorso settembre. Il poliziotto ferito non è stato vittima di fuoco amico.
Il folle ha sparato in totale sette colpi d'arma da fuoco sulle forze dell'ordine che si erano avvicinate a casa sua per interrogarlo. Il giudice istruttore ha escluso che il poliziotto ferito sia stato colpito da un colpo partito da un collega. Il fucile utilizzato dal pensionato - che non ha partecipato alla ricostruzione dei fatti - non è ancora stato ritrovato.
Le autorità hanno già ascoltato numerosi testimoni e studiato analisti scientifiche, ma l'inchiesta preliminare durerà ancora diversi mesi, ha sottolineato l'ufficio del giudice istruttore. Il pensionato - che fino a questo momento si è dimostrato molto poco collaborativo - dovrà rispondere delle accuse di tentato omicidio reiterato ed esposizione a pericolo della vita altrui.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.