Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Un automobilista è stato pizzicato due settimane fa a Bienne (BE) mentre circolava a 120 km/h in un tratto dove il limite massimo consentito è di 50 km/h.

Sulla base delle disposizioni legali, questa infrazione è considerata come un "reato da pirata della strada", poiché la velocità autorizzata è superata di oltre 50 km/h. In questi casi il dossier viene trasferito alle autorità di perseguimento penale.

L'infrazione è stata commessa alle 20.45 del 25 settembre scorso. Tolti 6 km/h di tolleranza, lo spericolato conducente viaggiava con una velocità di 64 km/h in più del consentito all'interno di una località, indica oggi in una nota la polizia comunale.

Tra il 25 e il 29 settembre nel centro città di Bienne gli agenti hanno effettuato controlli a quasi 30'000 automobilisti. In 69 casi è stata rilevato un eccesso di velocità, ossia una proporzione dello 0,25%, precisa ancora il comunicato. Tolto il margine di tolleranza, 65 conducenti sono stati multati. In tre casi la velocità massima consentita è stata superata di oltre 16 km/h e quindi è scattata anche una denuncia al Ministero pubblico competente.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS