Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

L'insegna della BNS sulla sede di Berna

Keystone/PETER KLAUNZER

(sda-ats)

Nel primo trimestre 2017 la bilancia dei pagamenti della Svizzera ha mostrato un'eccedenza di 11 miliardi di franchi, 3,1 miliardi in più rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente dovuta in particolare alla progressione di entrate negli scambi di merci.

Le entrate totali hanno raggiunto i 140,7 miliardi di franchi, le uscite 129,6 miliardi, ha comunicato oggi la Banca nazionale svizzera (BNS). Il saldo degli scambi di merci e servizi si è attestato +16 miliardi, quello dei ricavi primari a -2,8 e quello dei ricavi secondari a -2,1 miliardi.

Gli attivi svizzeri all'estero sono aumentati di 7 miliardi rispetto al trimestre precedente a 4489 miliardi. I passivi verso l'estero si sono attestati a 3649 miliardi (+21 miliardi), un'evoluzione da attribuire ai guadagni di corso in seguito agli sviluppi borsistici.

La bilancia dei pagamenti - ricorda la BNS sul suo sito internet - è un documento statistico-contabile che registra lo scambio con l'estero di beni e servizi, redditi primari (flussi transfrontalieri di redditi dei fattori lavoro e capitale), redditi secondari (trasferimenti correnti), trasferimenti in conto capitale e movimenti di capitali (conto finanziario) durante un determinato periodo di tempo. La struttura e l'evoluzione della bilancia dei pagamenti forniscono importanti indicazioni sui rapporti economici di un paese con l'estero.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

SDA-ATS