Navigation

Bill Clinton operato; non era infarto, lunedi' al lavoro

Questo contenuto è stato pubblicato il 12 febbraio 2010 - 07:31
(Keystone-ATS)

NEW YORK - L'ex presidente degli Stati Uniti Bill Clinton è stato operato al cuore, sta bene, cammina, parla con la moglie Hillary, la figlia Chelsea e gli amici, e tornerà al lavoro lunedì per continuare ad occuparsi di Haiti, come lo hanno incaricato sia il segretario generale dell'Onu Ban Ki-moon, sia il presidente Usa Barack Obama.
Lo spiega ai giornalisti il cardiologo di Clinton, Alan Schwartz, secondo cui l'ex presidente Usa "non ha avuto un infarto", ma è stato deciso di operarlo perché negli ultimi giorni aveva avuto "piccoli dolori al petto", brevi ma ripetuti.
Schwartz, parlando alla stampa circa due ore dopo l'intervento durato un'ora (l'impianto di due stent ad una arteria), spiega che l'operazione è andata "molto bene", che la prognosi "é eccellente" e che le condizioni dei bypass del 2004 "sono ottime".
L'ex presidente - precisa il chirurgo - cammina e sta insieme ai suoi in questo momento. La figlia Chelsea è con lui sin dai primi momenti; la moglie Hillary, il segretario di Stato Usa, è giunta da Washington e ha deciso di ritardare di 24 ore la partenza per un viaggio nel Golfo, al quale non ha deciso però di rinunciare.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.