Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Il 2014 è stato un anno positivo per l'azienda di trasporti bernese BLS: l'utile netto è salito di 3 milioni a 6,3 milioni di franchi e i passeggeri ferroviari sono aumentati dell'1,5% a 54,9 milioni.

Stando a un comunicato odierno, l'utile operativo EBIT è invece sceso del 12,4% a 18,8 milioni di franchi a causa di maggiori ammortamenti. Il programma di compressione dei costi avviato nel 2012 ha permesso risparmi per 20 milioni lo scorso anno.

Nel comparto ferroviario l'utile è sceso del 53,3% a 2,3 milioni di franchi. Vi ha influito l'introduzione dei 28 treni a due piani, in parte avvenuta prima del previsto. Nel settore dei bus risulta un utile di 0,5 milioni; le persone trasportate sono state 3,7 milioni. Per la navigazione sui laghi di Thun e di Brienz vi è stata per contro una perdita netta di 5,5 milioni di franchi, dopo 6,8 milioni l'anno prima, sebbene i passeggeri siano aumentati dello 0,5% a 1,022 milioni.

Per i treni navetta (che come la navigazione non riceve sussidi) al Lötschberg e al Sempione il buco è stato ridotto da 2,2 milioni nel 2013 a 0,5 milioni di franchi. L'utile della divisione Infrastruttura è dal canto suo sceso del 57% a 2,2 milioni. Come già comunicato il mese scorso, BLS Cargo ha realizzato un utile di 2,5 milioni, contro 1,5 milioni l'anno prima.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.








Teaser Longform The citizens' meeting

Non mancate il nostro approfondimento sulla democrazia diretta svizzera

1968 in Svizzera

SDA-ATS