Tutte le notizie in breve

Il presidente della BNS Thomas Jordan

KEYSTONE/PETER SCHNEIDER

(sda-ats)

Le riserve di divise detenute dalla Banca nazionale svizzera (BNS) sono aumentate nettamente in aprile, salendo di 12,6 miliardi e raggiungendo alla fine del mese i 695,9 miliardi, contro il dato di marzo (lievemente rivisto) di 683,4 miliardi.

L'insieme delle riserve (oro escluso) è passato da 689,1 a 701,6 miliardi di franchi, ha indicato oggi l'istituto sul suo sito internet.

Le riserve di divise sono quindi aumentate per il terzo mese consecutivo. Gli incrementi sono stati infatti di 15,0 miliardi in marzo e di 24,3 miliardi in febbraio, per un totale nello spazio di 90 giorni di 51,9 miliardi. Gennaio 2017 e dicembre 2016 avevano invece mostrato una lieve contrazione, a fronte di otto mesi precedenti di crescita.

Dai dati non si può capire se la BNS sia intervenuta sul mercato per indebolire il franco e, se lo ha fatto, in quale misura. Spesso la ragione principale della crescita è infatti da identificare negli sviluppi dei corsi delle divise. Nel periodo in questione il dollaro si è leggermente indebolito nei confronti del franco, mentre l'euro e la sterlina si sono rafforzati.

SDA-ATS

 Tutte le notizie in breve