Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Bobst, fabbricante vodese di macchine per imballaggi, ha archiviato l'esercizio 2014 con un fatturato di 1,3 miliardi di franchi, in calo del 4% rispetto all'anno precedente e in linea con le proprie attese. L'utile netto dovrebbe invece risultare superiore ai 27,7 milioni preconizzati in dicembre. Il gruppo con sede a Mex (VD) rivede inoltre al ribasso le sue previsioni sull'esercizio in corso.

Grazie a nuove commesse durante gli ultimi mesi del 2014, Bobst ha cominciato il 2015 con ordini in portafoglio lievemente migliori rispetto all'esercizio precedente. Tuttavia l'abolizione della soglia minima franco-euro decisa dalla Banca nazionale svizzera (BNS) ha avuto un impatto negativo significativo, ha rilevato il gruppo vodese.

Tenendo conto dei tassi di cambio attuali, il fabbricante di macchine ha rivisto le sue previsioni sul giro d'affari per l'insieme del 2015. Esso dovrebbe attestarsi tra 1,15 e 1,23 miliardi di franchi, anziché nella forbice tra 1,25 e 1,33 miliardi prevista in precedenza. L'utile netto dovrebbe superare i 15 milioni di franchi. La nuova previsione non tiene ancora conto delle misure in corso di valutazione per limitare gli effetti negativi della nuova situazione sul fronte dei cambi.

I risultati dettagliati del gruppo verranno pubblicati il 17 marzo.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


Sondaggio svizzeri all'estero

Sondaggio

Cari svizzeri all'estero, le vostre opinioni contano

Sondaggio

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS