Navigation

Bolivia: 'cocaleros' danno 48 ore a Anez per dimettersi

I 'cocaleros' boliviani hanno deciso di concedere alla presidente ad interim Jeanine Anez "48 ore di tempo" per rinunciare al suo incarico KEYSTONE/AP/JUAN KARITA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 17 novembre 2019 - 16:36
(Keystone-ATS)

I 'cocaleros' (coltivatori di coca) boliviani del Chapare hanno deciso di concedere alla presidente ad interim Jeanine Anez "48 ore di tempo" per rinunciare al suo incarico.

Se non lo farà, avvieranno un blocco a tempo indeterminato di tutte le vie di comunicazione stradali fino a raggiungere l'obiettivo fissato.

Sostenitori del presidente dimissionario Evo Morale esule in Messico i 'cocaleros', riferisce il quotidiano El Deber, hanno tenuto la notte scorsa un 'cabildo' (assemblea popolare) a Sacaba, vicino a Cochabamba, nello stesso luogo dove era in corso la cerimonia funebre di cinque militanti uccisi venerdì in scontri con polizia e militari.

Oltre all'ultimatum riguardante il capo dello Stato ad interim, i 'cocaleros' hanno chiesto anche un ripiegamento immediato delle forze armate da Sacaba per evitare ulteriori vittime.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.