Navigation

Skiplink navigation

Bolivia: Morales invita partiti parlamentari a dialogo su crisi

Il presidente boliviano Evo Morales ha convocato i partiti politici rappresentati in Parlamento per un dialogo che disinneschi la crisi da lui definita "un tentativo di colpo di stato". KEYSTONE/AP/JUAN KARITA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 09 novembre 2019 - 20:50
(Keystone-ATS)

Il presidente boliviano Evo Morales ha convocato oggi i partiti politici rappresentati in Parlamento per aprire un dialogo che punti a disinnescare una crisi che, ha sostenuto, "si configura come un tentativo di colpo di stato".

Il capo dello Stato ha chiarito che l'invito è volto a tenere una riunione "urgente ed immediata" per pacificare la Bolivia attraversata da forti tensioni dopo le elezioni del 20 ottobre in cui Morales ha ottenuto una vittoria contestata dall'opposizione.

I partiti che hanno ottenuto seggi nel recente voto sono il governativo Movimento al socialismo (Mas), Comunidad Ciudadana dell'ex presidente oppositore Carlos Mesa, Bolivia Dice No di Oscar Ortiz, ed il Partito democrata cristiano di Chi Hyun Chung.

Contemporaneamente Morales ha anche rivolto un invito ad accompagnare questo dialogo "a organismi internazionali, all'Onu all'Osa, a Paesi di diverse parti del mondo e alle chiese".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo