Navigation

Bolivia: Tribunale elettorale, Morales è presidente

Il Tribunale supremo elettorale (Tse) della Bolivia ha ufficializzato i risultati delle elezioni di domenica, sostenendo ufficialmente che Evo Morales ha vinto la corsa alla presidenza. KEYSTONE/AP/JUAN KARITA sda-ats
Questo contenuto è stato pubblicato il 26 ottobre 2019 - 08:26
(Keystone-ATS)

Il Tribunale supremo elettorale (Tse) della Bolivia ha ufficializzato i risultati delle elezioni di domenica, sostenendo ufficialmente che il candidato Evo Morales ha vinto la corsa alla presidenza con il 47,08% dei voti.

Il suo più diretto avversario, Carlos Mesa, ne ha raccolti il 36,51%. Lo riferisce l'agenzia di stampa statale Abi.

Questo significa che il capo dello Stato uscente ha ottenuto, sulla base del 100% dello spoglio terminato ieri, il 10.57% di voti in più dello sfidante e quindi, in linea con la Costituzione boliviana, ha il diritto di dichiararsi vincitore.

Uno dei giudici, Idelfonso Mamani, ha assicurato che lo scrutinio è avvenuto sulla base di liste di elettori "verificate ed affidabili", in un processo da cui è esclusa qualsiasi ipotesi di brogli, come suggerito da più parti.

Sulla correttezza del processo ha vivacemente obiettato l'opposizione del partito Comunidad Ciudadana di Mesa e dei comitati civici, che hanno chiesto l'intervento dell'Organizzazione degli Stati americani.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.