Navigation

Bollywood perde l'ugola d'oro Jagjit Singh

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 ottobre 2011 - 11:01
(Keystone-ATS)

Uno dei più famosi cantanti e compositori indiani di musiche d'amore, Jagjit Singh è morto oggi all'età di 70 anni. Lo riferiscono i media indiani.

L'artista era stato ricoverato a fine settembre in seguito a un'emorragia cerebrale che lo aveva colpito poco prima di un concerto e da allora era in coma.

Era soprannominato il "re del ghazal", arte poetica romantica in lingua persiana e urdu che lui aveva reso popolare al grande pubblico in centinaia di canzoni. Era "l'ugola d'oro" di Bollywood per avere composto le colonne sonore dei più celebri film d'amore degli Anni Sessanta e Settanta.

Nato da una famiglia povera del Rajasthan, aveva scoperto il suo talento a cerimonie religiose della setta sikh a cui apparteneva e aveva poi cercato fortuna a Mumbai dove aveva incontrato la moglie Chitra, anchèessa cantante, e inciso il primo album "Gli Indimenticabili" nel 1976.

In un messaggio di condoglianze il primo ministro indiano Manmohan Singh ha detto oggi che "ha reso i ghazal accessibili a tutti e ha incantato le orecchie di milioni di appassionati in India e all'estero".

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?