Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Le indagini sull'attentato del 17 agosto a Bangkok sono ostacolate dal fatto che molte telecamere di sorveglianza attorno al luogo dell'esplosione - e lungo la via di fuga del principale sospettato - non funzionavano. Lo ha comunicato oggi la polizia thailandese.

"A volte ci sono 20 telecamere sulla strada, ma solo cinque funzionano", ha detto il capo della polizia Somyot Poompanmoung, aggiungendo che gli investigatori stanno cercando di "mettere insieme i pezzi del puzzle", con la difficoltà però di trovarsi di fronte a informazioni mancanti.

Nonostante un identikit di quello che viene considerato l'attentatore, basato su delle immagini sgranate e sulla ricostruzione di un mototassista che gli ha dato un passaggio per allontanarsi dal santuario Erawan, negli ultimi giorni la polizia ha dato l'impressione di essere arrivata a uno stallo nelle indagini.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS