Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

Una potente esplosione si è verificata questa mattina al Cairo davanti al Consolato italiano che si affaccia su Galaa Street nel quartiere residenziale di Boulac.

Secondo le prime informazioni della sicurezza egiziana "una persona è morta e almeno 4 sono rimaste ferite". Nessun italiano è rimasto coinvolto.

Erano da poco passate le 6.30 del mattino quando la capitale egiziana è stata scossa dalla deflagrazione, causata con tutta probabilità da una bomba posta sotto una vettura.

Una fonte della sicurezza ha reso noto che "l'esplosione ha danneggiato oltre alla facciata esterna del Consolato, che era chiuso, anche alcune abitazioni limitrofe. La stessa fonte ha aggiunto che la "carica esplosiva sarebbe stata azionata con un telecomando".

"L'Italia non si fa intimidire", ha affermato in un tweet il ministro degli Esteri italiano Paolo Gentiloni. Il ministro ha poi confermato che "non risultano vittime italiane" e ha aggiunto: siamo "vicini alle persone colpite e al personale".

La polizia ha transennato la zona dell'esplosione dove sono anche giunti artificieri ed esperti per chiarire la dinamica di quanto accaduto, mentre una folla di curiosi è accorsa sul posto. Al momento non è giunta alcuna rivendicazione.

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.

SDA-ATS