Navigation

Borsa: Asia corre con banche e materie prime

Questo contenuto è stato pubblicato il 27 ottobre 2011 - 08:46
(Keystone-ATS)

Seduta record che porta le borse asiatiche ai massimi delle ultime sette settimane dopo che l'Europa, in una vera e propria maratona salva-Euro, ha trovato un accordo su un pacchetto completo di misure anti-crisi.

Non smettono di correre i prezzi delle materie prime con rame, zinco e nickel saliti di oltre il 2 per cento e con il petrolio in rialzo del 2,2 per cento.

Tra i titoli finanziari, Mitsubishi Ufj Financial ha guadagnato il 4,8%, Sumitomo Mitsui Financial il 4,2 per cento. Bene anche i titoli dell'export con Mazda in rialzo del 3,1%, Sony del 3,5% a Tokyo, Esprit del 5,3%, Li&Fung del 2% a Hong Kong.

Di seguito, gli indici dei titoli guida delle principali borse di Asia e Pacifico.

- Tokyo +2,04% - Hong Kong +2,23% (seduta in corso) - Shangahi +0,45% (seduta in corso) - Taiwan +0,39% - Seul +1,46% - Sidney +2,49% - Mumbai chiusa per festività - Singapore +2,35% - Bangkok +1,43% - Giakarta +1,33% (seduta in corso).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?