Navigation

Borsa: Asia scivola su Grecia, male Seul e Hong Kong (-3%)

Questo contenuto è stato pubblicato il 16 maggio 2012 - 08:55
(Keystone-ATS)

Anche le Borse asiatiche dopo quelle europee accusano l'incertezza che grava sulla zona euro con la Grecia che si avvia a nuove elezioni: l'indice Msci Asia Pacific che raggruppa i maggiori titoli dell'Estremo Oriente cede circa due punti percentuali, con Seul che cede oltre il 3%.

Molto male anche Hong Kong, che viaggia su perdite simili e accusa il peggior scivolone degli ultimi sei mesi, mentre Tokyo ha cercato di contenere i ribassi. Sul mercato giapponese, in particolare, pesano i cali della Tepco (-5,03%) e del gruppo automobilistico Isuzu, mentre qualche acquisto si registra tra i gruppi del cemento.

Inferiore al punto percentuale il ribasso delle Borse cinesi, mentre molto male è andata anche a Sidney, dove sono quotati diversi titoli che possono anticipare l'avvio dei loro settori in Europa. Deboli sul mercato australiano soprattutto i grandi gruppi delle materie prime e le società dei macchinari industriali, che hanno accusato il forte calo degli ordini nel comparto in Giappone. Segno che la ripresa, anche in Asia, è lontana e incerta.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?