Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

TOKYO - Avvio di settimana complessivamente debole per le principali borse di Asia e Pacifico, alle prese, per questioni di fuso orario, con il dato sulla fiducia dei consumatori Usa diffuso venerdì scorso, risultato inferiore alle attese degli analisti.
Ne hanno risentito soprattutto Tokyo (-1,16%) e Hong Kong (-0,74%), la cui seduta è ancora in corso, mentre hanno resistito in territorio positivo Shanghai (+0,4%), Seul (+0,59%), favorita dalla svalutazione del won (-0,3%), e Sidney ney (+0,23%). Scivolone di Japan Airlines (-28,57%) a Tokyo, su ipotesi di bancarotta per l'ex compagnia di bandiera del Sol Levante, che a a novembre ha accumulato debiti per 16,5 miliardi di dollari. In difficoltà i bancari Shinsei (-4,65%) e Mitsubishi Ufj (-1,4%), mentre in campo automobilistico Mitsubishi (-2,81%) ha scontato il taglio del prezzo obiettivo di Golman Sachs, che ha ridotto la propria raccomandazione a 'neutral'. Debole anche Nissan (-2,62%), che ha mantenuto stabile il rating 'Bbb-' indicando però una prospettiva 'stabile' rispetto alla precedente 'negativa'.
Difficoltà ad Hong Kong per Cathay Pacific (-2,49%) e per Bank of China (-1%), mentre a Seul hanno fatto il botto gli industriali Korea Power Engineering (+14,98%), Korea Plant Service (+10%) e Korea Electric Power (+4,68%) su ipotesi di una una imminente commessa in Turchia per la realizzazione della seconda onda centrale nucleare del paese eurasiatico. Sotto pressione Kia Motors (-2,36%), i cui impianti sono bloccati da uno sciopero che, secondo il principale sindacato to sudcoreano, potrebbe protrarsi anche nei prossimi giorni. Bene a ene a Sidney i bancari Bank of Queensland (+2,38%) e Westpac Banking ing (+2%).

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS