Navigation

Borsa: Europa cresce in attesa Fed, bene Londra con energia

Questo contenuto è stato pubblicato il 02 novembre 2010 - 19:49
(Keystone-ATS)

MILANO - Borse europee positive in attesa della riunione di due giorni del Federal open market committee (Fomc), il board della Federal Reserve, che potrebbe decidere nuove misure di allentamento monetario per sostenere l'economia statunitense, con la previsione di un annuncio di un piano di acquisti da almeno 500 miliardi di titoli di Stato.
L'indice Stxe 600, che fotografa l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, è salito di circa mezzo punto percentuale, con Milano, Madrid e Londra che si sono mossi meglio degli altri listini. Tra le Borse minori ha chiuso con una crescita di quasi un punto percentuale anche Atene, mentre nuove tensioni si sono registrate sui titoli di Stato di Irlanda, Portogallo e della stessa Grecia.
La piazza inglese è stata sostenuta soprattutto dai titoli delle materie prime e dell'energia, spinta dalla crescita del prezzo del petrolio: è salito dell'1,85% il titolo di British petroleum, società che ha accusato un calo degli utili inferiore alle previsioni. A Madrid bene Repsol (+2,25%).
Qualche vendita si è registrata sui titoli delle automobili, tra i quali Fiat ha ceduto l'1,66%, Renault l'1,65%, Peugeot l'1,37%. Bene Daimler, salita dell'1,58%. Tra le banche male Lloyd's e Pireus, che hanno ceduto rispettivamente il 3,18% e il 3,12%, mentre Unicredit è salita del 2,38% e Credit agricole dell'1,87%.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?