Navigation

Borsa: Europa cresce in attesa voto Grecia, bene Atene (+2%)

Questo contenuto è stato pubblicato il 28 giugno 2011 - 19:37
(Keystone-ATS)

Seduta positiva per le Borse europee, in attesa che il Parlamento greco voti la manovra economica necessaria all'arrivo della nuova tranche di aiuti internazionali.

L'indice Stxe 600, che registra l'andamento dei principali titoli quotati sui listini del Vecchio continente, è cresciuto dello 0,46%, con Parigi in rialzo finale di quasi un punto percentuale e mezzo.

Le piazze finanziarie europee si sono mosse in linea con Wall street e gli operatori non hanno quindi accusato il dato inferiore alle previsioni della fiducia dei consumatori americani. In forte aumento Atene, che è cresciuta del 2,66% nell'indice generale e del 3,26% nell'indice dei 20 titoli principali.

Tra i diversi settori azionari, bene le auto (Volkswagen +3,75%, Daimler +2,34%), mentre si sono mossi in calo i titoli del settore delle telecomunicazioni (-1,07% l'indice Dj stoxx di comparto).

Tra le banche, bene gli istituti greci, per i quali si scommette su un voto molto sofferto ma positivo del Parlamento ellenico, seguiti da Commerzbank (+4,58%) e Rbs (+4,16%). In negativo solo titoli italiani: Mps guida i ribassi con un calo del 4,52%, seguita da Banco popolare (-1,51%) e Bpm (-0,97%).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo