Contenuto esterno

Il seguente contenuto proviene da partner esterni. Non possiamo dunque garantire che sia accessibile per tutti gli utenti.

MILANO - Chiusura in calo sui listini del Vecchio Continente. Pesano le incertezze sulla crisi finanziaria in Grecia e l'inaspettata stretta monetaria dell'India che alimentano la speculazione sulla cancellazione delle misure di stimolo possano ostacolare la ripresa.
Pesanti i titoli del settore materie prime (DJ Stoxx -2,3%) tra cui Vedanta Resources, il maggior produttore di rame in India, che ha perso il 3,10 per cento. Arcelor Mittal ha perso il 2%, Xstrata il 2,31%, Anglo American il 2,52%, Antofagasta l'1,63%, Rio Tinto l'1,60 per cento. Cairn Energy, che concentra in India le sue attività, ha lasciato il 2,7 per cento.
Tengono le banche (-0,09%) con Lloyds che corre dell'9%, Royal Bank of Scotland ha guadagnato il 5,2%, Alpha Bank ha fatto un balzo del 5,5%, Efg Eurobank del 6,78%, Piraeus Bank del 5,10%, Credit Agricole del 2%, Ubs dell'1,70 per cento. In controtendenza Intesa Sanpaolo (-2,41% a 2,83 euro) nonostante un utile netto di 2,8 miliardi, leggermente superiore al consensus, e la promessa di un miliardo in dividendi.
Bene Swatch (+1,6%) che prevede per il 2010 ricavi per oltre 6 miliardi di franchi svizzeri.

Neuer Inhalt

Horizontal Line


swissinfo IT

Unitevi alla nostra pagina Facebook in italiano

subscription form

Abbonatevi alla nostra newsletter gratuita per ricevere i nostri articoli.









SDA-ATS