Navigation

Borsa: Europa in recupero; bene Francoforte, debole Milano

Questo contenuto è stato pubblicato il 24 novembre 2010 - 14:43
(Keystone-ATS)

MILANO - Piazza Affari indossa la maglia nera tra le borse del Vecchio Continente e archivia la prima parte della seduta con gli indici in rosso (-0,17% il Ftse Mib e-0,21% il Ftse All Share). Invece gli altri listini, dopo un avvio incerto, riescono a mantenersi in territorio positivo. Bene soprattutto Francoforte, che sale dell'1%, mentre prevale una maggiore cautela su Londra (+0,51%) e Parigi (+0,14%).
I listini europei, in attesa di conoscere i dattagli del piano di austerità che verrà varato dall'Irlanda in cambio degli aiuti dell'Fmi e dell'Ue, riescono dunque a risalire dai minimi delle ultimi sei settimane battuti ieri, anche grazie ai risultati di Porsche (+4,3%) e del gruppo di catering Compass (+3,7%), che danno forza ai comparti auto e alimentare.
I mercati azionari sembrano aver accantonato, almeno per ora, i timori sul debito dell'Eurozona nonostante l'euro sia scivolato sotto quota 1,33 sul dollaro e i differenziali di rendimenti tra i titoli di stato dei alcuni dei paesi periferici e del bund tedesco restano sotto pressione (quelli con l'Irlanda si ampliano di quasi 30 punti base e quelli della Spagna di 8,5 punti, mentre l'Italia recupera 2 punti).

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Partecipa alla discussione!

Con un account SWI avete la possibilità di contribuire con commenti sul nostro sito web e sull'app SWI plus, disponibile prossimamente.

Effettuate il login o registratevi qui.