Navigation

Borsa: Europa incerta; in luce auto e lusso, male le banche

Questo contenuto è stato pubblicato il 10 dicembre 2010 - 19:12
(Keystone-ATS)

MILANO - Le borse europee terminano la settimana con una seduta priva di spunti e con un andamento contrastato, senza trovare un appiglio nemmeno a Wall Street, poco mossa da alcuni dati macro migliori delle attese come quello sulla fiducia dei consumatori.
A pesare sui listini sono state le banche col prevalere delle vendite dopo i rialzi dei giorni scorsi, mentre le auto e il lusso hanno segnato una buona performance.
Francoforte in particolare è salita ai massimi degli ultimi due anni grazie ai buoni risultati delle vendite a novembre di Volkswagen (+2,5%), che ha contagiato anche Bmw (+3,6%) e Daimler (+2,6%). In luce poi Porsche (+6,4%).
A Parigi, nel complesso piatta, è rimbalzata Ppr (+2,4%), nei giorni precedenti penalizzata dall'idea di un'offerta per Burberry, che Jp Morgan Chase ha giudicato oggi in un report non alla portata del gruppo francese.
Degli scenari di nuovo shopping da parte dei big del lusso ha beneficiato a Milano Bulgari (+3,99%). Tra le banche scivolone a Dublino (-0,48%) per Allied Irish (-12%) e Bank of Ireland (-19%) alle quali Fitch ha tagliato il rating.

Questo articolo è stato importato automaticamente dal vecchio sito in quello nuovo. In caso di problemi nella visualizzazione, vi preghiamo di scusarci e di indicarci il problema al seguente indirizzo: community-feedback@swissinfo.ch

Condividi questo articolo

Cambia la tua password

Desideri veramente cancellare il tuo profilo?